Stampa

Guida allevamento polli

Guida allevamento polli

Guida allevamento polli
Per eventuali dubbi o consulenza sui nostri prodotti siamo a disposizione per assistenza tecnica - commerciale al Tel. 0722/721527
 
ALLEVAMENTO DI POLLI RUSPANTI
 
Allevare polli ruspanti, per autoconsumo, richiede un impegno costante, pero permetterà risparmiare sulla carne, e soprattutto, migliorerà la vostra qualità alimentare.
Per realizzare un allevamento biologico di polli, occorre predisporre tutto quanto necessario e organizzarsi con persone che potrebbero sostituirci in caso di necessità.
Durante tutto il ciclo di allevamento, gli animali devono avere accesso illimitato ad acqua fresca; inoltre devono essere trattati con cura, igiene e attenzioni.
Fra le varie tecniche di allevamento,  il metodo di allevamento estensivo a terra, viene praticato da sempre dalle famiglie contadine, nel cortile delle loro case.
Il pascolo misto con altri animali da cortile come anatre, oche, tacchini, conigli, cavalli, mucche, maiali, capre, etc. è raccomandabile in quanto viene ottimizzato l’uso del pascolo e degli spazi a disposizione, sempre che non vengano raggiungere densità avicole troppo elevate.
La superficie di pascolo a disposizione deve essere di almeno 10 mq per pollo adulto ed il ciclo di maturazione dei polli ruspanti deve essere di almeno 4 mesi.
Durante i periodi più caldi si raccomanda permettere l'accesso a zone d'ombra come alberi, tettoie o rifugi.
In recinto o gabbia (rinchiuse) lo spazio a disposizione dei polli ruspanti deve essere come minimo 1 mq per ogni animale; comunque raccomandiamo rinchiudere gli animali solo in casi particolari di necessità, per brevi periodi.
Polli e galline vengono classificati in polli da carne, galline ovaiole e razze miste (buona produzione di carne e uova).
Consigliamo allevare galline autoctone, più rustiche e resistenti alle malattie.
I pulcini vanno acquistati con 1-2 giorni di vita in negozi specializzati o allevatori locali.
I pulcini verranno sistemati in apposita struttura  (GABBIA VITA) dove rimarranno fino a raggiungere almeno 15 giorni di vita.
Il box sarà predisposto con una lettiera di segatura naturale, al suo interno verrà sistemata la mangiatoia ed abbeveratoio.
La gabbia dispone già di mangiatoia, predisposizione per abbeveratoio e griglia estraibile per semplificare la pulizia (fondo compatto opzionale).
La temperatura è un elemento fondamentale per la sopravvivenza, il benestare e la crescita dei pulcini.
Il box va mantenuto ad una temperatura adeguata durante le 2 settimane di permanenza dei pulcini, se necessario sistemando una lampada o altro sistema di riscaldamento sicuro.
La temperatura è adeguata quando i pulcini si distribuiscono in modo uniforme in tutto il box o gabbia (se sono aggruppati fa troppo freddo e se si allontanano dalla fonte di calore significa che fa troppo caldo).
L’alimentazione dei pulcini in box consiste in mangime biologico specifico a base di cereali ecologici triturati somministrato a volontà nelle rispettive mangiatoie.
Il mangime biologico, specifico per pulcini, può essere acquistato nei negozi che distribuiscono prodotti FARMAKER zootecnia.
A partire dalla 3 settimana di vita, possiamo trasferire i pulcini nel pollaio con recinzione annessa, dove rimarranno chiusi per almeno 1 settimana mantenendo la stessa dieta affinché possano abituarsi alla loro nuova dimora.
A partire dalla 4ª settimana durante il giorno va aperta la porta del pollaio e recinto in modo che i polletti siano liberi di pascolare ed alimentarsi di erbe, verdure, semi, insetti, vermi, frutta e bacche.
In questa fase occorre fare attenzione e proteggere i pollastri da eventuali predatori presenti nella zona di pascolo come, volpi, donnole, cani ed uccelli rapaci.
Una buona parte della dieta dei polli ruspanti, sarà acquisita nel pascolo; i polli svolgeranno la tipica azione di raspare il terreno per scoprire vermi e semi da beccare; da questa abitudine deriva l'aggettivo "ruspante".
Nel periodo di accrescimento, le mangiatoie vanno riempite la mattina con un mix di cereali biologici triturati (quando si apre il pollaio) e la sera per stimolare il rientro dei polletti dal pascolo. 
La dieta dei volatili può essere integrata con avanzi di cucina (pasta, resti di verdura, pane secco, etc) e con un pastone a base di semola biologica.
Evitare di lasciare le mangiatoie piene durante la notte in quanto attraggono topi e ratti; bisogna inoltre ricordarsi (una volta rientrati tutti i polli) di chiudere la porta del pollaio durante la notte, per evitare la intrusione di predatori.
A partire dalla 12ª settimana i nostri polli ruspanti avranno raggiunto un buon peso e sarà facile distinguere i galli dalle galline.
In questo periodo è possibile selezionare le galline e i galli più belli (almeno uno ogni 5/6 galline) che saranno utilizzati come riproduttori, dal resto dei polli che verranno invece sacrificati non prima della 16ª settimana di vita.
Le galline ed i galli selezionati verranno sacrificati all'occorrenza e sostituiti da altri elementi di future covate.
Consigliamo di rinnovare ogni gallina e gallo con più di 3 anni e fare un intercambio di uova fecondate o pulcini con altri allevatori per ridurre la consanguineità dell’allevamento.
Questo sistema di allevamento è sostenibile nel tempo e garantisce un flusso costante di carne, uova, piume, concime ecologico concentrato.
FARMAKER promuove allevamenti ecologici sostenibili nel rispetto del benessere animale; si raccomanda rispettare eventuali normative di riferimento.
 
recinto-pina-farmaker-68_FILEminimizer

Ciclo allevamento biologico polli